La Bibliolapa

  • L'ape parte guidata da Tita
  • L'Ape in lavorazione presso Officine Italia di Flero
  • ape in progress

02 mag La Bibliolapa

Nella città di Palermo, il ciclomotore “Ape” costruito dalla casa motociclistica Piaggio, riveste un ruolo sovrano nel trasporto leggero di innumerevoli oggetti e persino nella vendita di cibo su strada. Nello slang locale l’Ape è conosciuta principalmente con l’espressione lapa. Dall’unione fra lo slang palermitano ed il progetto di una biblioteca itinerante nasce l’espressione Bibliolapa.

Scopi e obiettivi

La Bibliolapa, mediante forme di esportazione della lettura fuori dalle mura della biblioteca stessa, può essere considerata alla stregua di un bene pubblico che offre l’accesso ad un patrimonio culturale comune principalmente rivolto a scuole e luoghi dell’apprendimento (scuole in carcere, in ospedale, ecc..), che è in grado di raggiungere fisicamente i potenziali utenti, uscendo dalle sedi fisiche degli istituti.

Come ha avuto modo di rilevare lo stesso prof. Paolo Federighi, (1996) uscire dalla sede della biblioteca per incontrare gli utenti corrisponde, in un certo senso, a far emergere le potenzialità formative e informative di ogni luogo aggregativo uscendo, al tempo stesso, dai tradizionali schemi spazio-temporali della formazione (della scuola o della biblioteca) come la sede o gli orari di apertura.

La Bibliolapa vuole essere un’esperienza educativa “informale e accidentale” , una biblioteca circolante, un mezzo per la promozione della lettura, della cultura in generale e della Memoria operante. Essa promuove la lettura mediante letture pubbliche, gruppi di lettura, incontri con gli autori ed altre iniziative volte a raggiungere gli obiettivi preposti. Specificatamente il progetto della Bibliolapa intendere porre l’accento sugli aspetti:

  1. ludico-ricreativo, con letture pubbliche, rielaborazione testi e le varie forme di animazione della lettura
  2. approfondimento e riflessione, organizzando incontri con gli autori, gruppi di lettura, gruppi di lavoro tematici, seminari, convegni)
  3. divulgativo-informativo, con riferimento alla pubblicazioni di libri, riviste e bollettini bibliografici
  4. espositivo, con l’allestimento di mostre fotografiche tematiche

Fra gli scopi della Bibliolapa vi è la volontà di costruzione di uno “scaffale multiculturale” (V. Ongini, 1999), che è un luogo anche fisico (il mezzo Ape), con un insieme di testi particolari che caratterizza la biblioteca stessa, ma che rappresenta sopratutto un orizzonte di lavoro ideale contro l’esclusione ed in favore dell’intreccio di legami sociali e solidali. In tal senso la biblioteca itinerante può assumere la funzione di stimolazione del senso di appartenenza alla nostra comunità nazionale e contribuire al processo di integrazione delle comunità straniere.

 

Nessun commento

Inserisci nuovo commento